Ecco 4 consigli a costo zero  da seguire se vuoi vedere le tue piante sane e rigogliose al tuo ritorno dal week-end fuori casa.

1 – Creare una zona d’ombra

Creare uno schermo solare sulla ringhiera con un semplice cartone o similare. Se sono appese al parapetto del balcone spostarle sul pavimento nella zona d’ombra che avete creato.

2 – Usare i sottovasi

1)     Una volta posizionate sul sottovaso (o una bacinella) annaffiare abbondantemente e assicurarsi che rimangano un paio di cm di acqua. Questa soluzione dovrebbe dare circa due giorni di autonomia idrica alle piante e molto dipende anche da due fattori: la dimensione del vaso (più piccolo è e meno la riserva idrica dura) e dalla temperatura/esposizione solare.

3 – Coprire la terra sopra le radici

Coprire il terriccio intorno al fusto con del banale cartone, tessuto non tessuto, carta, bloccandolo con dei pesi (sassi o terra). Questo limita l’evaporazione dell’acqua causata dal sole, dal vento e dalle temperature alte, mantenendo più fresco il terreno.

4 – Rivestire il vaso

Rivestire il vaso (soprattutto per i vasi di grandi dimensioni)  con del tessuto non tessuto, cartone, vecchi stracci, legandoli con dello spago o qualsiasi filo per limitare il surriscaldamento del vaso stesso. Quando il vaso è colpito direttamente dai raggi solari  l’evaporazione dell’acqua aumenta molto (visto che difficilmente un vaso di grandi dimensioni disponga di un sottovaso) e quindi anche la temperatura del terriccio stesso che, quando è alta, danneggia le radici. Tale soluzione può dare fino ad un massimo di tre giorni di autonomia.

.

Sistemi di irrigazione

Sistemi economici per irrigare le piante in vaso

Per periodi di assenza superiori utilizzare i nostri irrigatori a capillarità o monodose
Sistemi di irrigazione